I TransTools sono utilissimi strumenti per Microsoft Office che aiutano traduttori, editor, content creator e desktop publisher a migliorare la propria produttività. Sono disponibili come suite, come nel caso di TransTools+ o TransTools, oppure come strumenti singoli, come nel caso di Forget-me-not, Term Morphology Editor ed Excel File Splitter. Ma vediamoli uno a uno.

TransTools+

Questa suite, specifica per Microsoft Word, offre vari strumenti utili che velocizzano l’editing dei documenti poiché consentono di:

  • trovare e sostituire più parole e frasi,
  • usare le espressioni regolari per trovare o sostituire quasi tutto,
  • sfruttare le potenzialità dell’evidenziazione a colori,
  • rimuovere gli spazi in più e inserire quelli mancanti,
  • aggiungere spazi unificatori e inserire simboli tipograficamente corretti per creare documenti esteticamente gradevoli, ecc.

Grazie a questi strumenti, TransTools+ consente di tradurre quasi tutti i formati di localizzazione nel proprio CAT tool preferito tramite MS Word: se il CAT tool non supporta un determinato formato di localizzazione, per esempio MarkDown, è comunque possibile tradurlo mettendo il file in Word, nascondendo il testo non traducibile e importando il documento Word nel CAT tool. Inoltre, garantisce una traduzione migliore poiché integra il CAT tool con strumenti speciali per la formattazione dei documenti prima e dopo la traduzione, strumenti per il doppio controllo del testo nei documenti finali, ecc.

Gli strumenti della suite sono: 1) Multiple Find & Replace, 2) Spacing, Punctuation and Symbol Correction Tool, 3) Highlighting Tool, 4) Hide/Unhide Text, 5) Document Processing Tool e 6) Find Selection e si possono scaricare qui.

TransTools

Questa suite è costituita da oltre 50 strumenti per Microsoft Word, Excel, PowerPoint, Visio e AutoCAD per migliorare la produttività durante la traduzione e l’editing.

È un’ottima soluzione per preparare i documenti trasformati con convertitori PDF e applicazioni OCR prima di importarli nel CAT tool. È eccellente anche per la preparazione di documenti derivati da PDF o scansioni, poiché permette di pulire i tag, rimuovere le interruzioni ridondanti, correggere vari problemi di layout, evitare il testo parzialmente invisibile e molto altro. Consente inoltre di tradurre alcuni formati non supportati dai moderni CAT tool, come per esempio AutoCAD e Visio, e file Excel molto molto grandi. Infine, aiuta a migliorare l’aspetto e la leggibilità del documento finale in quanto è in grado di inserire spazi unificatori, correggere gli stili delle virgolette, rimuovere gli spazi ridondanti e controllare i problemi di visibilità.

Tutti gli strumenti della suite possono essere scaricati qui, dove è possibile filtrarli per tipo di utente (traduttore, project manager, editor, ecc.)

Forget-me-not

Questo strumento analizza il contenuto all’interno di diversi documenti di Microsoft Office e genera report che danno un’idea molto chiara di come tradurre interamente il documento senza trascurare nulla e aiutano a stabilire il lavoro aggiuntivo necessario per il desktop publishing e la traduzione manuale. Analizza i documenti e quali contenuti presenti al loro interno possono o non possono essere importati dal CAT tool a seconda delle impostazioni di importazione, e quali contenuti richiedono attenzione prima o dopo la traduzione nel CAT tool.

Forget-me-not segnala se è necessario cambiare le impostazioni di importazione predefinite per importare contenuti specifici.
Se alcuni contenuti dei documenti di Microsoft Office non possono essere tradotti dal CAT tool, Forget-me-not lo indica e fornisce istruzioni su come tradurre manualmente tali contenuti.
Inoltre, dando il conteggio delle parole per i contenuti che richiedono una traduzione manuale e segnalando i contenuti che richiedono una preparazione prima o dopo la traduzione, permette di fare preventivi più accurati, pianificare meglio il lavoro ed evitare sorprese dell’ultimo minuto.

Forget-me-not è scaricabile qui.

Term Morphology Editor

Questo strumento migliora il riconoscimento terminologico durante la traduzione e i controlli QA in memoQ e Memsource Cloud. È pensato per i project manager, i terminologi e i traduttori freelance che vogliono risparmiare tempo e fatica nella preparazione dei database terminologici di memoQ e Memsource, migliorando i risultati del riconoscimento dei termini nei database terminologici, rendendo il lavoro più veloce e accurato, soprattutto per i nuovi progetti con grandi database terminologici o con database prodotti attraverso l’estrazione dei termini.

Term Morphology Editor consente inoltre ai traduttori di vedere più corrispondenze di termini in ogni segmento, aumentando la velocità del lavoro e la coerenza della traduzione. Grazie al riconoscimento di tutte le inflessioni dei termini, migliora la loro individuazione durante i controlli QA, generando un maggior numero di avvisi di “termine mancante” quando necessario.

È possibile scaricare Term Morphology Editor qui.

Excel File Splitter

Questo strumento è progettato per i project manager e i piccoli team di traduzione che hanno bisogno di dividere grandi file Excel (soprattutto tabelle di localizzazione) tra diversi traduttori. Divide un file Excel in parti uguali in base al conteggio delle parole o dei caratteri, e unisce nuovamente i file tradotti una volta completati dai traduttori. È concepito principalmente per gli LSP e i team che lavorano con i traduttori senza utilizzare un CAT tool centrale.

Se si lavora con stringhe di software in file Excel, è possibile preparare i conteggi delle parole molto rapidamente senza utilizzare il proprio CAT tool. Excel File Splitter supporta il codice HTML incorporato, le colonne che non devono essere tradotte e qualsiasi numero di righe di intestazione non traducibili.

È possibile scaricare Excel File Splitter qui.

Sia le suite sia gli strumenti singoli hanno un periodo di prova gratuito che va dai 30 ai 45 giorni. I costi di acquisto, invece, sono estremamente sostenibili poiché vanno dai 15 ai 75 dollari massimo (poco più di 60 euro) e le licenze non hanno scadenza.

Martina Stea
Martina Stea

Romana, classe 1987, consegue la Laurea magistrale in Letterature e traduzione interculturale nel 2012 presso l’Università degli Studi Roma Tre. Nel 2017 consegue un Master in Traduzione specializzata tecnico-scientifica nelle combinazioni linguistiche EN>IT ed ES>IT, presso l’Agenzia formativa tuttoEUROPA di Torino. Da allora è felicemente una traduttrice freelance, ma da ottobre 2018 fa anche dell’altra sua passione un lavoro: tra una traduzione e l’altra, infatti, Martina gira il mondo zaino in spalla come coordinatrice di viaggi di gruppo. La sua ambizione è diventare quanto più nomade digitale possibile.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Unisciti alla nostra mailing list per ricevere tutte le notizie e gli aggiornamenti della scuola (e qualche offerta speciale!)

L'iscrizione è stata completata!

Share This

Condividi il post

Se il post ti è piaciuto, condividilo con i tuoi colleghi!