Dopo aver parlato di Post-Edit Compare, analizziamo oggi un nuovo strumento utile ai traduttori: Glossary Converter.

Glossary Converter è sia un piccolo strumento gratuito sia un plug-in, altrettanto gratuito, per SDL Trados Studio che fa esattamente ciò che il suo nome suggerisce: converte i glossari da un formato all’altro. Sviluppato da Gerhard Kordmann, è molto comodo poiché semplifica la gestione della terminologia. Infatti, permette di trasformare glossari in formato Excel, .txt, .csv ecc. in glossari SDL MultiTerm per Studio o, viceversa, se si sta traducendo in Studio e si vuole creare un glossario e inserirvi commenti per poi inviarlo al revisore, Glossary Converter converte il glossario in Excel, in modo da poter poi aggiungere commenti, link ed evidenziazioni. Oltre a essere comodo, è molto semplice da utilizzare: la conversione tra termbase MultiTerm e altri formati di glossari avviene infatti con un semplice trascinamento della selezione, con un’interazione minima da parte dell’utente. I formati di file attualmente supportati sono i seguenti: .sdltb, .xls, .xlsx, .csv, .txt, .tbx, .utx, .glo, file di esportazione MultiTerm (.xdt e .xml), .tmx, e .ods.

Tuttavia, vanno fatte alcune precisazioni: poiché Glossary Converter è pensato principalmente per le conversioni tra MultiTerm ed Excel, alcuni degli altri suddetti formati sono supportati solo in modo molto basilare, quindi è meglio leggere la guida in linea per maggiori dettagli; Glossary Converter non può essere considerato un sostituto di MultiTerm Convert o di altri convertitori in commercio e, in particolare, non assicura conversioni senza perdita di dati tra formati di file diversi; nella maggior parte dei casi funziona bene, ma non conserva i campi della cronologia o i tipi di campo più complessi in .tbx.

Una volta installato, Glossary Converter compare come collegamento sul desktop. Si apre quindi come un’applicazione indipendente al di fuori di SDL Trados Studio.

Caratteristiche generali di Glossary Converter come strumento

  • Lettura di .sdltb e scrittura di .xdt/.xml senza installazione di MultiTerm o Studio
  • Utilizzando l’opzione -l senza che sia installato LibreOffice, verrà utilizzato il componente nativo .csv/.txt, evitando completamente Excel
  • L’output predefinito quando non è possibile trovare MultiTerm è .xdt
  • È possibile impostare filtri di conversione
  • Supporto iniziale per Babylon .bgl (sola lettura)
  • Nuovi formati: SDL Language Cloud .xml e SDL BeGlobal .csv
  • Supporto per MultiTerm, Trados Studio, Passolo (formato .glo), file .ods, OpenOffice e LibreOffice (se uno di questi è installato, non è necessario Excel), Office 365 e Windows 10
  • Può gestire file .csv con punto e virgola o schede (rilevati automaticamente)
  • Fusione di più file
  • Supporto per i file .csv Unicode
  • Modalità riga di comando
Glossary converter: plug-in per SDL trados studio

Caratteristiche di Glossary Converter come plug-in

  • Permette di aggiungere un nuovo termbase vuoto quando, per un progetto di traduzione, non viene fornita alcuna terminologia ma bisogna creare la propria
  • Permette di aggiungere un nuovo termbase tramite MultiTerm dall’interno di Studio, senza dover installare MultiTerm
  • Permette di importare un glossario: un file terminologico in un formato supportato verrà caricato, convertito, copiato in una cartella del progetto e aggiunto al progetto, il tutto senza alcuna interazione dell’utente
  • Permette di esportare i termbase di progetto. Se, durante un lavoro di traduzione, sono stati aggiunti molti termini, probabilmente si desidera salvarli per un uso futuro. E poiché si utilizza il plug-in per importare, per esempio, fogli di calcolo Excel, probabilmente si desidera memorizzare i dati in quel formato. Con un clic, tutti i termbase di progetto vengono salvati in fogli di calcolo Excel
  • Permette di fare pulizia dei termbase inutilizzati. Quando si utilizza il plug-in, è possibile che la cartella dei glossari sia piena di file inutilizzati poiché Studio non cancella i file termbase quando li rimuove da un progetto. Con un clic, il plug-in rimuove tutti quelli che non si trovano nell’elenco dei termbase di progetto
  • Permette di avviare Glossary Converter: se è installato come strumento, questa operazione evita ulteriori clic sul menu di avvio o sul desktop.

Altre caratteristiche

  • Disponibile per Windows
  • Prodotti supportati (che devono essere disponibili nel proprio account): SDL Trados Studio, SDL MultiTerm
  • Lingue supportate: bulgaro, cinese semplificato, francese, inglese, olandese, polacco, rumeno, russo, spagnolo, svedese, tedesco, turco
  • Requisiti tecnici: Libre/Open Office 32 bit per il supporto .ods; Studio da 2017 in poi per il supporto .sdltm.

È possibile scaricare Glossary Converter da SDL AppStore.

Martina Stea
Martina Stea

Romana, classe 1987, consegue la Laurea magistrale in Letterature e traduzione interculturale nel 2012 presso l’Università degli Studi Roma Tre. Nel 2017 consegue un Master in Traduzione specializzata tecnico-scientifica nelle combinazioni linguistiche EN>IT ed ES>IT, presso l’Agenzia formativa tuttoEUROPA di Torino. Da allora è felicemente una traduttrice freelance, ma da ottobre 2018 fa anche dell’altra sua passione un lavoro: tra una traduzione e l’altra, infatti, Martina gira il mondo zaino in spalla come coordinatrice di viaggi di gruppo. La sua ambizione è diventare quanto più nomade digitale possibile.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Unisciti alla nostra mailing list per ricevere tutte le notizie e gli aggiornamenti della scuola (e qualche offerta speciale!)

L'iscrizione è stata completata!

Share This

Condividi il post

Se il post ti è piaciuto, condividilo con i tuoi colleghi!